Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NASCE IL MANIFESTO PER LO SPAZIO AEREO DEI DRONI

D-Flight in campo per il decollo del settore

Roma, 24 giugno 2021 – Nasce il Manifesto per lo sviluppo dei servizi U-Space, lo spazio dedicato ai velivoli unmanned impiegati anche in operazioni complesse. D-Flight lancia i primi servizi U-Space di Networking Electronic Remote Identification e di Traffic Information (NRI), volti a favorire la crescita del settore attraverso iniziative di sperimentazione ed una sempre maggior geo-awareness nei cieli italiani, promuovendo l’adesione su base volontaria al servizio di identificazione remota dei mezzi UAS (Unmanned Aircraft Systems).

Il protocollo D-Flight per il servizio di Networking Remote e-Identification, basato sull’Interface Control Document pubblicato sul sito, consentirà lo sviluppo di sistemi in grado di comunicare, su rete IP, l’identità e la posizione di un mezzo, direttamente da bordo o da terra, per il tramite di una Ground Control Station. Il documento di scambio ICD è disponibile, insieme alla licenza d’uso, nella sezione Networking Remote e-Identification (NRI) di: altri servizi.

Implementando il protocollo, gli operatori dei mezzi UAS che intenderanno utilizzare i servizi promossi, sempre nel pieno rispetto del GDPR sulla Privacy, contribuiranno alla realizzazione di un quadro complessivo della situazione di traffico a bassa quota rappresentato da D-Flight sotto forma di Traffic Information Service (TIS). In linea con il concetto di electronic conspicuity, introdotta dal pacchetto regolamentare U-Space recentemente adottato dal parlamento europeo ,contribuiranno al completamento della consapevolezza geografica  i servizi già attivi e raccomandati dall’ENAC di Drone Operation Area (DOA) per le operazioni in categoria Open,  Drone Operation Plan (DOP), già obbligatoria per le operazioni oltre il campo visivo nelle categoria Specific o Certified, nonché le tracce dei mezzi manned visibili dalle reti di sorveglianza cooperativa ADS-B. per tutti i piloti VDS che vorranno inviare la propria posizione  tramite l’App D-Flight.

L’iniziativa lanciata con il Manifesto U-Space, con il favore dell’ENAC che ne promuove gli obiettivi – dichiara l’AD di D-Flight Cristiano Baldoniè un passo fondamentale per garantire un’evoluzione del settore sempre in sicurezza e nel rispetto dei protocolli sviluppati da ENAC e D-Flight. L’Interface Control Document (ICD) rappresenta il mezzo attraverso il quale posizionamento e identificazione degli UAS renderanno lo U-Space conforme alla normativa europea, permettendo un tracking accurato per uno spazio aereo fruibile nella piena consapevolezza della sua occupazione in tempo reale. Auspichiamo che la collaborazione con ENAC – prosegue Baldoni – renda D-Flight sempre più elemento centrale per il raggiungimento dei target stabiliti dalla roadmap europea nella realizzazione di uno U-Space all’avanguardia e innovativo per lo sviluppo del settore ed in prospettiva, per la realizzazione del Piano di Advanced Air Mobility.

Scarica il Manifesto
Scarica l’ICD (sezione Networking Remote e-Identification – NRI di: altri servizi)

What's your reaction?
11Smile1Angry2Wow0Sad1Lol1Wtf
Seguici su

D-FLIGHT S.p.A.
Via Salaria, 716 – 00138 Roma
Partita I.V.A. 14996981008
Reg. Imp. Roma – REA 1560988

Copyright © d-flight 2021 All rights reserved